AVVISO DI RISCHIO: IL VOSTRO CAPITALE POTREBBE ESSERE A RISCHIO

Aggiornamento Importante: Secondo la circolare CySEC C168 è fatto divieto ad ogni broker di promuovere Bonus sul deposito. Sulla scorta della nuova regolamentazione, ci teniamo a precisare che qualsiasi riferimento a bonus sul deposito all'interno delle pagine di questo blog non sono più da tenere in considerazione.

Consigliati 
logo anyoptionRendimenti fino
al 94%


Opzioni Bubbles

Visita AnyOption

iqoption_logo_miniDeposito minimo 10$

Trade minimo 1$


Visita Iqoption

Opzioni titoli e azioni, ecco lo start settimanale

social trading

Quella di inizio settimana è stata una seduta piuttosto volatile per il mercato obbligazionario europeo che, pur segnato dai tanti eventi del fine settimana tra pronunciamenti delle agenzie di rating e nuovi sviluppi sul fronte politico spagnolo, vede prevalere nel finale di giornata i flussi di vendita che riportano i rendimenti dei titoli periferici sui livelli di chiusura di venerdì.

Per quanto attiene i titoli italiani, gli si sono contraddistinti per un mantenimento in area -0,09 per cento per il BTP a 2 anni e 1,37 per cento per il BTP a 10 anni, con lo spread rispetto ai Bund che, proprio sulla scadenza decennale, si attesta in area 135 punti base, confermando pertanto una lunga permanenza nel range 130-135 punti base.

Rispetto ai temi per la giornata odierna, mentre sullo sfondo continua il braccio di ferro tra il Governo italiano e la Commissione Europea riguardo la legge di bilancio, l’attenzione degli operatori sarà probabilmente catalizzata dagli appuntamenti sul mercato primario. Attive oggi saranno Finlandia, Regno Unito e Austria; proprio il Tesoro austriaco, oltre a mettere sul piatto un nuovo titolo benchmark a 7 anni, ha assegnato a un sindacato di banche il compito di verificare se vi siano le condizioni per il lancio di un titolo a 70 anni.

Guardando invece all’Italia, in attesa dell’avvio del turno di aste di fine mese che avverrà domani con l’offerta di BTPei a 10 e 15 anni, è attesa per stasera, a mercati chiusi, la comunicazione dei dettagli dell’offerta a medio e lungo termine che è in calendario per venerdì 28.

Con un breve cenno sui mercati azionari, verifichiamo una seduta in rialzo per Wall Street, con il Dow Jones e l’S&P500 che però archiviano la seduta di ieri sotto i massimi di giornata, mentre il Nasdaq prosegue a mostrare forza relativa: l’indice dei Tecnologici mantiene infatti la migliore performance sia da inizio anno che nell’ultimo mese.

L’andamento di ieri è stato sostenuto dall’attesa che il prosieguo dei risultati societari possa fornire indicazioni ancora incoraggianti, con più di un terzo delle società appartenenti all’S&P500 che riporteranno questa settimana; un impulso importante è arrivato anche dalle notizie sul fronte delle attività di M&A.

Nel complesso, il mercato sembra proseguire l’atteggiamento erratico delle ultime sedute, alla luce soprattutto delle valutazioni particolarmente elevate implicite nelle quotazioni. In tale contesto, l’S&P500 si mantiene al di sotto della prima barriera statica di maggiore valenza posta a 2.170-2.180 e al di sotto della trend line ribassista costruita dai massimi degli ultimi mesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *