AVVISO DI RISCHIO: IL VOSTRO CAPITALE POTREBBE ESSERE A RISCHIO

Aggiornamento Importante: Secondo la circolare CySEC C168 è fatto divieto ad ogni broker di promuovere Bonus sul deposito. Sulla scorta della nuova regolamentazione, ci teniamo a precisare che qualsiasi riferimento a bonus sul deposito all'interno delle pagine di questo blog non sono più da tenere in considerazione.

Consigliati 
logo anyoptionRendimenti fino
al 94%


Opzioni Bubbles

Visita AnyOption

iqoption_logo_miniDeposito minimo 10$

Trade minimo 1$


Visita Iqoption

Opzioni binarie sterlina, non si andrà oltre i 2 anni di negoziazioni

Così come l’euro, anche la sterlina britannica si è indebolita, portandosi in prossimità di 1,2300 GBP/USD. Si tratta comunque di movimenti poco rilevanti e marginali, che non modificheranno il piano di più ampio respiro che si è formato nel corso degli ultimi mesi. Contro euro invece la sterlina britannica rimane pressoché stabile in un intorno di 0,8400 EUR/GBP.

Per quanto concerne i principali avvenimenti delle ultime ore, ricordiamo come durante l’audizione su Brexit, il primo ministro Theresa May abbia confermato che l’articolo 50 verrà invocato entro il 31 marzo 2017, aggiungendo che il proprio governo non intende protrarre i negoziati oltre i due anni regolamentari, e che anzi potrebbero anche essere sufficienti 18 mesi per poter disciplinare l’uscita dall’Unione Europea.

Ulteriormente, la premier May ha detto che non è stata fissata una data per la pubblicazione del piano Brexit, e non ha escluso che il parlamento possa prenderne visione ed eventualmente votarlo. Per quanto riguarda la questione scozzese, infine, secondo la premier May la Scozia non avrà bisogno di fare un referendum per l’indipendenza, il che implicitamente sottenderebbe l’intenzione del governo di preservare l’accesso al mercato unico. Una deduzione non scontata, ma che sembra comunque essere ben supportata da alcuni riferimenti emersi nelle ultime settimane.

Passando al tema dell’immigrazione, che ha fortemente condizionato la campagna pro Brexit, May ha precisato che l’obiettivo è di limitare il flusso netto di immigrati alle 100mila unità l’anno, ma ha aggiunto che non c’è limite per il numero di immigrati dai Paesi UE. L’audizione non ha fornito indicazioni chiarificatrici sulla linea negoziale che il governo intende seguire, per cui la sterlina si è mossa seguendo i driver generali. Sul fronte dati, l’indagine CBI sul settore distributivo è stata molto migliore delle attese, mostrando il terzo incremento mensile di fila. Finché i dati sull’economia domestica rimangono positivi, il downside della sterlina resta contenuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *