AVVISO DI RISCHIO: IL VOSTRO CAPITALE POTREBBE ESSERE A RISCHIO

Aggiornamento Importante: Secondo la circolare CySEC C168 è fatto divieto ad ogni broker di promuovere Bonus sul deposito. Sulla scorta della nuova regolamentazione, ci teniamo a precisare che qualsiasi riferimento a bonus sul deposito all'interno delle pagine di questo blog non sono più da tenere in considerazione.

Consigliati 
logo anyoptionRendimenti fino
al 94%


Opzioni Bubbles

Visita AnyOption

iqoption_logo_miniDeposito minimo 10$

Trade minimo 1$


Visita Iqoption

Beige Book positivo, cosa contiene e perchè spingerà il rialzo tassi Fed

Il Beige Book recentemente diffuso,, preparato per la riunione del FOMC di inizio novembre, riporta che l’attività economica ha continuato a espandersi fra la fine agosto e l’inizio di ottobre. Il rapporto segnala che in molti settori le elezioni presidenziali rappresentano una causa di incertezza, che determina il rinvio di decisioni di investimento.

I sondaggi sostengono che Hillary Clinton potrebbe avere la meglio sul rivale repubblicano Donald Trump, e in caso di conferma di tale scenario centrale i mercati dovrebbero reagire positivamente, e la Fed potrebbe essere incentivata a produrre il rialzo tanto atteso.

Tornando al Beige Book, viene segnalato che nella maggioranza dei distretti, la crescita è fra modesta e moderata. Il distretto di NY riporta stagnazione, ma in diverse aree si registra accelerazione: lo scenario è generalmente positivo con aspettative di proseguimento della crescita modesta o moderata in gran parte dei distretti. Fra i settori, il manifatturiero ha condizioni miste, frenato dall’export debole, mentre nel commercio si registra miglioramento delle vendite al dettaglio; nei servizi la domanda è in crescita.

Di specifico interesse è il dossier sull’attività nel settore immobiliare residenziale, che viene data in miglioramento, sebbene sia evidente che rimangano ancora dei forti colli di bottiglia dal lato dell’offerta di case. Il mercato del lavoro resta sotto pressione, con aumenti modesti di occupazione e salari e indicazioni di difficoltà a riempire le posizioni aperte in molti settori.

Complessivamente, appare però chiaro il raggiungimento di una condizione molto vicina alla piena occupazione, con ciò che ne deriva sul fronte delle analisi macro economiche di maggiore supporto alla decisione, oramai imminente, di rialzo tassi Fed.

Insomma, il quadro riportato dal Beige Book è coerente con i dati usciti nell’ultimo mese, che delineano una crescita moderata in gran parte dei settori e quasi-stabilizzazione nel manifatturiero, e non modifica la previsione di un rialzo dei tassi entro fine anno.

Per quanto concerne la nostra view, riteniamo che nella riunione di novembre il FOMC non produrrà alcuna scelta in merito all’incremento dei tassi per non sovrapporre il clamore con quello, a breve distanza, delle elezioni presidenziali USA. Riteniamo invece molto probabile un rialzo tassi a dicembre, nell’ultima riunione dell’anno, per 25 basis points, per poi imbracciare un sentiero di stand by fino a metà 2017.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *